Vai al menu principale Vai al contenuto principale

Ti trovi in:

Sistemi di verifica automatizzati

Per facilitare le operazioni di verifica delle Certificazioni verdi COVID-19 da parte dei datori di lavoro pubblici e privati, in aggiunta all’app Verifica C19, sono previsti sistemi automatizzati di verifica che permettono:

  • l’interrogazione della Piattaforma nazionale DGC del Ministero della Salute a partire dai codici fiscali dei lavoratori presenti in servizio, anche in collaborazione con INPS e NoiPA;
  • l’integrazione del sistema di lettura e verifica del QR code della Certificazione verde COVID-19 nei sistemi di controllo automatizzato agli accessi fisici dei luoghi di lavoro (SDK - Software Development Kit).
DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 12 ottobre 2021: apre una nuova finestra

Le soluzioni informatiche disponibili sono:

È un pacchetto di sviluppo per applicazioni (Software Development Kit - SDK), disponibile dal 13 ottobre 2021 e rilasciato dal Ministero della salute con licenza open source, che consente di integrare nei sistemi di controllo degli accessi, inclusi quelli di rilevazione delle presenze, le funzionalità di verifica della Certificazione verde COVID-19, mediante la lettura del QR code. La modalità SDK offre le stesse funzionalità dell’app di VerificaC19, mediante la lettura del QR code della Certificazione verde COVID-19, ma in maniera automatizzata.

Nell’uso dell’SDK è fatto esplicito divieto di conservare il codice a barre bidimensionale (QR code) delle Certificazioni verdi COVID-19 sottoposte a verifica, nonché di estrarre, consultare, registrare o comunque trattare per finalità ulteriori rispetto a quelle previste per la verifica, le informazioni rilevate dalla lettura dei QR code e le informazioni fornite in esito ai controlli.  Il trattamento dei dati personali deve essere effettuato limitatamente alle informazioni pertinenti e alle operazioni strettamente necessarie alla verifica della validità delle Certificazioni verdi COVID-19.

Il pacchetto di sviluppo per applicazioni può essere utilizzato per la verifica della Certificazione verde COVID-19 anche in ambiti diversi da quello lavorativo e può altresì essere utilizzato come riferimento per la realizzazione di ulteriori librerie software, a condizione che:

  1. le librerie e le soluzioni da esse derivate rispondano alle medesime specifiche tecniche e ai requisiti dell’SDK, e successivi aggiornamenti, come indicato sulla piattaforma utilizzata dal Ministero della salute per la pubblicazione del codice sorgente;
  2. sia preventivamente rilasciato il codice sorgente con licenza open source delle librerie sulla piattaforma utilizzata dal Ministero della salute.

Questa soluzione è a disposizione di tutti i datori di lavoro pubblici e privati.

Download da GitHub

Digital Green Certificate SDK: apre una nuova finestra

Il Portale istituzionale INPS interagendo con la Piattaforma nazionale DGC consentirà, in modalità asincrona, attraverso un nuovo servizio, la verifica del possesso del green pass in corso di validità dei lavoratori presenti in servizio a partire dai loro codici fiscali.

Per utilizzare il servizio Greenpass50+ le aziende dovranno accreditarsi, anche tramite gli intermediari, utilizzando l'applicazione presente sul sito INPS indicando, contemporaneamente, uno o più "Verificatori".

L'INPS ogni notte analizza le aziende accreditate, e dai flussi Uniemens, a disposizione al momento dell'elaborazione, individua i dipendenti delle stesse e per tali dipendenti interroga il servizio della Piattaforma nazionale DGC per acquisire l’esito della verifica del green pass.

Successivamente, il "Verificatore", accedendo al servizio messo a disposizione sul portale dell'INPS, potrà visualizzare i dipendenti per i quali è abilitato alla verifica del green pass, e selezionando i dipendenti in servizio per i quali devono effettuare la verifica, potrà visualizzarne l'esito.

Qualora un dipendente selezionato non risulti in possesso di una Certificazione verde COVID-19 in corso di validità, può richiedere che la verifica della propria Certificazione sia nuovamente effettuata al momento dell’accesso al luogo di lavoro mediante l’applicazione VerificaC19.

Questa soluzione è messa gratuitamente a disposizione di tutti i datori di lavoro pubblici e privati con più di 50 dipendenti che ne facciano richiesta accreditandosi sul sito dell’INPS.

Per saperne di più e sapere come accreditarsi al servizio Greenpass50+ visita il sito dell’INPS: apre una nuova finestra

La Piattaforma NoiPA, realizzata dal Ministero dell'economia e delle finanze per la gestione del personale delle pubbliche amministrazioni, interagendo con la Piattaforma nazionale DGC consentirà, in modalità asincrona, la verifica del possesso del green pass in corso di validità dei dipendenti pubblici degli enti aderenti a NoiPA. Previa richiesta del datore di lavoro, sono rese disponibili al solo personale autorizzato alla verifica per conto del datore di lavoro.

Si considera l’elemento “ufficio di servizio”, gestito all’interno di NoiPA, quale livello di aggregazione del personale per il controllo del green pass. Tale informazione è disponibile per tutto il personale centrale e periferico delle Amministrazioni gestite. Per le 14 Aziende Sanitarie gestite in NoiPA, è utilizzato l’elemento “sede di servizio”, valorizzato per la maggior parte del personale gestito per circa 600 sedi.

La piattaforma NoiPA consente al delegato di visualizzare per ciascun ufficio di servizio/sede di assegnazione la validità dei green pass dei relativi dipendenti. Più precisamente la piattaforma NoiPA utilizza giornalmente, in una finestra temporale predefinita, il servizio della Piattaforma nazionale DGC che restituisce, per tutto il personale di interesse, una fotografia dell’informazione positiva o negativa relativa al possesso di un green pass in corso di validità. L’informazione, disponibile fino al caricamento del giorno successivo, sarà messa a disposizione per l’interrogazione da parte del verificatore, autorizzato a controllare un determinato gruppo di soggetti definito in base al profilo di sicurezza a lui attribuito (ufficio di servizio o sede).

La memorizzazione delle informazioni sul sistema NoiPA è temporanea ed è effettuata in un’area sicura e non accessibile e per il tempo strettamente necessario fino all’interrogazione del giorno successivo.

Qualora un dipendente selezionato non risultasse in possesso di una Certificazione verde COVID-19 in corso di validità, può richiedere che la verifica della propria certificazione sia nuovamente effettuata al momento dell’accesso al luogo di lavoro mediante l’app VerificaC19.

Questa soluzione è a disposizione delle pubbliche amministrazioni aderenti a NoiPA e non prevede costi aggiuntivi per le amministrazioni che la utilizzano.

Per saperne di più e richiedere l’abilitazione

Verifica green pass: apre una nuova finestra

Questa soluzione è rivolta alle pubbliche amministrazioni con almeno 1.000 dipendenti dotate di sistemi informativi di gestione del personale che includono anche personale esterno non dipendente e/o che hanno articolazioni di uffici di servizio su più sedi fisiche, interessate alla verifica automatizzata della Certificazione verde COVID-19, in alternativa o in aggiunta alla app VerificaC19 o all’SDK. Questa soluzione opera tramite interoperabilità applicativa e previa richiesta di abilitazione e accreditamento per il rilascio di certificati di autenticazione al fine di utilizzo del servizio, sulla base di apposita convenzione con il Ministero della salute.

Le attività di verifica devono essere effettuate esclusivamente nei confronti del personale effettivamente in servizio per cui è previsto l’accesso al luogo di lavoro nel giorno in cui è effettuata la verifica, escludendo i dipendenti assenti per specifiche casuali (es. ferie, malattie, permessi) o che svolgono la prestazione lavorativa in modalità agile.

Il flusso prevede le seguenti fasi:

  • esecuzione di elaborazioni periodiche per il recupero degli esiti relativi alla verifica del green pass tramite l’invocazione di un’interfaccia applicativa esposta dalla Piattaforma nazionale DGC che accoglie in input una lista di Codici Fiscali (CF) restituendo in output l’esito di esistenza e validità del green pass per ciascun CF;
  • le configurazioni di sicurezza (IP da abilitare e certificato di autenticazione) devono essere definite per ogni amministrazione che utilizzerà questa soluzione individuando anche una finestra temporale di esecuzione, compatibile con i carichi concorrenti della Piattaforma nazionale DGC;
  • i successivi trattamenti per la visualizzazione degli esiti sono di competenza dei soggetti fruitori e al di fuori del perimetro di responsabilità del titolare della Piattaforma nazionale DGC.

Per maggiori informazioni e richiedere l’abilitazione scrivere a direzionesistemainformativo@sanita.it